Qualche cenno sull'argomento:

GENOVA BLUEPRINT
GENOVA (GE) – Italia
Committente: Blueprint Competitoin
Anno: 2016
Area: 120.000 mq

Il tema paesaggistico e la sua valorizzazione è uno strumento progettuale importante per un’operazione di rammendo urbano come quella che il Bando di concorso vorrebbe. Tali propositi hanno guidato sia la conformazione volumetrica degli spazi sia la scelta dei materiali. Nel corso del suo evolversi Genova ha avuto nel muraglione e nell’importante salto di quota tra Via Aurelia e Corso Aurelio Saffi gli elementi di confine tra terra e mare. Come documentato da diverse foto storiche, in una fase antecedente allo svilupparsi esteso del Porto tale limite era visivamente sfumato con una serie di dislivelli intermedi che ospitavano sulle loro superfici in sommità flora, e probabilmente anche fauna, autoctona. Interpretando il recupero del rapporto con il mare come un allineamento del sito alle istanze contemporanee di attenzione agli elementi naturali quale superamento delle tensioni e criticità urbane, che portano ad auspicare anche la rinaturalizzazione delle Spiagge, al momento storico sopra descritto si è fatto memoria nelle fasi di disegno delle coperture degli spazi di nuova costruzione. I tetti verdi di progetto, quinto prospetto ben visibile dall’altezza di Corso Aurelio Saffi, vanno a riproporre la configurazione del margine sfumato tra terra e mare del passato ricostruendo un panorama naturale per la parte di città che dall’alto guarda il mare. Per l’intera area di progetto, si è fatto riferimento al paesaggio marino. Il volume residenziale si stende lungo il porto-canale e il muraglione storico. Il complesso si confronta con le grandi navi passeggeri in transito al Porto di Genova: grandi volumi bianchi che si riflettono nel mare ritmati dalle aperture delle cabine dei suoi utenti.

torna a progetti